Abdulmonam Eassa – A freelancer photo journalist tell us the heartbraking images in Syria through his camera

Questo non è il mio solito modo di scriver articoli riguardanti bici e video di Mountain bike. Come dissi poco tempo fa, da ora non posterò solo articoli a tema bici, ma anche articoli riguardanti la fotografia…tutto quello che è correlato ad interessante nel mondo della fotografia. A volte saranno foto di sport, di moda, di street,ecc…ma anche la parte secondo me più importante della fotografia…il reportage! Ovvero la madre di tutta la comunicazione mondiale della stampa attraverso le immagini, dove chiunque in ogni parte del mondo può sapere cosa sta accadendo ogni giorno in tutto il mondo ad ogni ora, sopratutto in quei paesi purtroppo distrutti e straziati dalla guerra. Abdulmonam Eassa è un fotografo Freelancer di 24 anni che vive a Damasco in Siria che nelle ultime due settimane ci sta raccontando le devastanti condizioni della sua città a causa dei bombardamenti da parte del regime siriano. Che dire, le sue parole e le sue foto sono davvero piene di emozioni forti e paura, rendendomi  davvero triste nel vedere foto piene di sangue, terrore e disperazione. Questo è il lato della fotografia che amo, fatto di realtà, crudeltà (purtroppo) e informazione reale senza filtri, specialmente dopo aver partecipato nel 2015 ad un workshop su storytelling e reportage con due maestri d’eccezione, Marco Bulgarelli e Marco Pinna del National Geographic. Dobbiamo essere grati a tutte quelle persone che ogni giorno rischiano la loro vita per tenerci informati sulla verità in zone altamente a rischio.

Non dovremmo mai vedere queste immagini perchè davvero non capisco perchè l’uomo debba arrivare a questo. Penso però che la vera informazione diretta e senza censure come questa possa, spero nel tempo, sensibilizzare sempre di più la società di cui tutti facciamo parte.

 

This is not my usual mood writing articles about bikes and videos. As I said recently, from now I’m not only posting articles about bikes but also I’m gonna post articles about photography….everything is correlated and interesting through photos. Sometimes action photos, fashion, street, etc… but also there is probably the most important part about photography…reportage! I mean, the first class press information worldwide, which everyone in the world may have attention on what is happening every day all around the world, especially the countries destroyed and torn by wars.  Abdulmonam Eassa is a 24 years freelancer photojournalist living in Damascus – Syria which the last two weeks he is telling us what situation is in his place. Well, his words and pictures are really full emotions and scare, that makes me feel really sad and emotional watching his photo-filled blood, terror and despair. This is the side of photography I literally love, one side unfortunately Sad, crude, real, with information without filters, especially after participating in a workshop in 2015 about storytelling and reportage with two stunning teachers from National Geographic, Marco Bulgarelli e Marco Pinna.. We must grateful for those people who risk them life to keep us informed about the truth on high-risk areas.

We would never see that images because I really don’t understand why human being do that, but I think the true information straight and uncensored sensitise the society even more.

Here the links about last days diary in Ghouta through Abdulmonam Words and pictures:

 

In English:

https://correspondent.afp.com/if-i-remain-alive-ghouta-diaries

In Italiano:
https://www.tpi.it/2018/03/01/diario-guerra-ghouta-siria/

Facebook Profile:
https://www.facebook.com/abdulmonam.eassa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *